Paul Erlich, premio Nobel e grande innovatore, diceva:

“La Scienza progredisce non perché gli uomini di scienza modificano le loro menti di fronte a delle scoperte ma, piuttosto, perché gli scienziati attaccati a delle dottrine sbagliate prima o poi muoiono e vengono rimpiazzati da altri”.

La Ricerca in Medicina si deve occupare della salute dell’umanità che non può essere salvaguardata con l’esclusivo uso dei farmaci lasciando alle industrie farmaceutiche la gestione della sanità pubblica.

La comprensione dei processi biologici è indispensabile e dovrebbe essere continuamente integrata con l’esperienza medica di tutti i giorni. La Medicina non può avere atteggiamenti preconcetti di chiusura, semmai deve essere indirizzata ad una visione aperta ed implementata tenendo conto che il nostro corpo rappresenta un sistema complesso e come tale funziona.

Sull’argomento è stato recentemente pubblicato un libro, “L’approccio antiacido per la prevenzione e la cura delle malattie”, scritto a quattro mani dal dottor Stefano Fais, direttore del reparto farmaci antitumorali presso l’Istituto Superiore di Sanità e dal dottor Rocco Palmisano, naturopata, scienziato della salute e scrittore.

l-approccio-antiacido-per-la-prevenzione-e-la-cura-delle-malattie-119544

Con questa opera gli autori intendono condividere le proprie esperienze e conoscenze (scientifiche da una parte e filosofiche ed empiriche dall’altra) su come prevenire e curare le malattie. Per fare questo sono partiti da un aspetto, finora trascurato ma che recenti ricerche stanno riportando all’attenzione di tutti: il controllo del pH corporeo e l’importanza del mantenimento di una condizione di alcalinità nella gran parte degli organi ed apparati del nostro organismo.

Nel libro sono riportati sia esempi già pubblicati su riviste scientifiche internazionali sia evidenze empiriche che supportano l’uso di un approccio antiacido o alcalinizzante nella prevenzione e cura delle malattie. Ma gli autori sono totalmente consapevoli che il futuro della Medicina è anche legato ad una maggiore assunzione di responsabilità che ogni individuo dovrebbe avere sulla propria salute.

Questo libro è il primo in Italia e, forse, nel mondo in cui due visioni apparentemente opposte di concepire la salute e l’origine della malattia si incontrano e convergono nell’indirizzare il medico e il malato a riflettere sulle cause della malattia e prendere decisioni ponderate e consapevoli per recuperare la salute persa. Il modo di fare medicina, oggi, è fortemente irresponsabile dal momento che tutti (medici e pazienti) si concentrano sui sintomi invece che sulle cause. È risaputo da chiunque che gli effetti collaterali dei farmaci odierni sono spesso più dannosi dei sintomi che vorrebbero curare.

Dopo quasi 50 anni di consumismo farmaceutico è ora di riflettere e cambiare l’orientamento terapeutico verso un maggior rispetto della fisiologia e dell’intelligenza del corpo. La malattia, in generale, va intesa non come una condanna o disgrazia venuta da fuori ma piuttosto come un’intelligente risposta di difesa o adattamento del corpo a degli errori comportamentali individuali o avvelenamenti. Un ruolo determinante nella manifestazione delle malattie odierne, infatti, lo riveste l’inquinamento globale, da quello alimentare a quello atmosferico ed elettromagnetico. Una vita scevra da veleni è, oggigiorno, un’utopia. Pertanto, rimane un’unica soluzione: rinforzare il sistema immunitario affinché il corpo possa difendersi e resistere il più possibile agli insulti ambientali.

Bere molta acqua alcalina, mangiare cibi freschi con alto potere alcalinizzante, assumere dei buoni integratori alcalinizzanti e fare un’adeguata attività fisica, assieme a uno stile di vita igienico e un pensiero positivo, sono tutte azioni che rinforzano il sistema immunitario.

La ricerca scientifica e l’esperienza quotidiana dimostrano senza ombra di dubbio che l’equilibrio del pH alcalino corporeo è il miglior modo per difendersi in modo naturale dalle malattie e trascorrere una vita priva di sintomi debilitanti e, possibilmente, longeva e felice.

Per parlarne ti aspettiamo giovedì 15 giugno alle ore 19,30 presso il Centro Congressi Barion Hotel:

prenota il tuo ingresso (gratuito) scrivendo a segreteria@ziomike.it.

Ci vediamo presto!

Mike