Social Networks

Facebook Twitter FriendFeed YouTube Flickr

Archivio articoli

Torna al sito

Sito Web

Categorie

Goodmorning America! Viaggio nella EST COAST.

Il viaggio di questa estate ci ha portati negli States, forse il più multietnico stato al mondo, ricco ma dalle tante contraddizioni.

In questo stato puoi vedere opulenza ma anche povertà, una di fianco all'altra.

Il nostro viaggio è iniziato in quella straordinaria città che è New Orleans, la città più importante della Lousiana nel SUD degli Stati Uniti, connubio tra cultura spagnola e francese, patria del Jazz che ha dato i natali al grande Luis Armstrong

IMG_4128.jpg copia

Il parco dedicato al Grande Luis.

IMG_4128.jpg IMG_4563

IMG_4128.jpg copia IMG_455

Una città che ha saputo risorgere dopo il devastante uragano Katrina del 2005 che provocò migliaia di morti:

new-orleans-dopo-il-passaggio-di-katrina-3bmeteo-66594

New Orleans ha sempre dovuto considerare il rischio di uragani, ma i rischi oggi sono notevolmente aumentati a causa dell'erosione costiera da interferenze umane. Dall'inizio del XX secolo, è stato stimato che la Louisiana ha perso 5000 km² di costa (comprese molte delle sue isole sulla barriera), che un tempo proteggevano New Orleans dalle tempeste.

IMG_4128.jpg IMG_4568 copia

Nel museo della città abbiamo persino trovato una scultura esclusiva, il viso di Napoleone, realizzato subito dopo la sua morte, utilizzando una maschera di cera.

IMG_4128.jpg IMG_4562

New Orleans è la patria del VUDU', che si è originariamente sviluppata presso la popolazione africana di lingua francese o creola della Luisiana.

Il vudù della Louisiana condivide lo stesso sincretismo con il cristianesimo del vudù haitiano ma al contempo pone maggiore enfasi sulle pratiche di magia popolare (simili a quelle dell'hoodoo).

IMG_4128.jpg MG_4566

 

Con il tempo la pratica del vudù è diventata nell'immaginario collettivo una componente integrante della cultura louisianese, specialmente di quella della città di New Orleans, ed è attraverso di esso che le bamboline vudù sono diventate universalmente conosciute.

IMG_4128.jpg IMG_4584

IMG_4128.jpg IMG_4565

 

IMG_4128.jpg IMG_4568

ed ecco il nostro amuleto "vudù" dedicato a  Donald Trump! :-))

IMG_4128.jpg IMG_4567

Il quartiere francese ha delle case e B&B molto belle.

IMG_4129.jpg IMG_4557

 

Festeggiando una ricorrenza importante..

IMG_4128.jpg IMG_4581

IMG_4128.jpg IMG_4586

Le serate a Bourbon Street, nel cuore dell'antico Quartiere francese di New Orleans, sono cariche di musica e voglia di divertirsi! Tutti i locali hanno musica dal vivo per tutti i gusti e …le tasche.

E siamo partiti per raggiungere Memphis la famosa città di Elvis Presley, il RE del rock and roll, nel Mississippi.

IMG_4129.jpg IMG_4587

IMG_4130 copia 2

 Memphis é nota anche per essere la città in cui il GRANDE Martin Luther King, leader del movimento pacifico per i diritti civili degli afroamericani, venne ucciso mentre si trovava da solo sul balcone al secondo piano del Lorraine Motel.

IMG_4129.jpg IMG_4587.JPG

IMG_4129.jpg IMG_4595

Questa foto è stata scattata subito dopo l'assassinio!

IMG_4129.jpg IMG_4593

 

IMG_4129.jpg IMG_458.JPG

A Memphis si  trova Graceland,

IMG_4132

IMG_4133

 

IMG_4139

la casa – museo di Elvis

IMG_4143

IMG_4144

IMG_4147

IMG_4150

Il suo ufficio amministrativo.

IMG_4152

 
 
IMG_4151
IMG_4153
 

Elvis aveva anche 2 aerei!

IMG_4177

A quarant'anni dalla sua morte, sono ancora tantissimi i fans che lo commemorano e ricordano con grandissimo affetto

IMG_4157

IMG_4158

IMG_4172

I suoi incredibili costumi di scena,

IMG_4173

e la collezione dei tantissimi riconoscimenti ricevuti da Elvis!

IMG_4163

IMG_4213

…e il suo immenso parco macchine!

Dopo Memphis, arriviamo a Nashville nel Tennessee, la culla della musica country.

IMG_4220

IMG_4181

Hanno anche realizzato una copia del Partenone!

IMG_4183

In America, i più magri …spesso sono OBESI!!!

IMG_4184

Non mancano le auto insolite.

IMG_4217

Jhonny Cash e Bob Dylan, sono i beniamini!

IMG_4203

La nuova moda? Un bar dove si beve, si canta e ci si muove…pedalando!!!

IMG_4186

Nashville il sabato sera è un ottovolante!!!

IMG_4201

…e la domenica mattina …il deserto.

IMG_4197

Il famoso Ryman Auditorium dove si sono esibite le più grandi star della musica di tutto il mondo.

IMG_4204

IMG_4206

IMG_4208

IMG_4211

IMG_4210

La tappa successiva è Ashville, per osservare da un punto assolutamente privilegiato PARI – Pisgah Astronomical Research Institute l'eclissi totale di sole (visibile solo in alcuni stati dell'USA)

IMG_4268

IMG_4259

IMG_4221

IMG_4238

In attesa del grande evento

IMG_4254

IMG_4256

quello nelle mani di  Marina è un pezzo di meteorite pesantissimo, di circa 6 kg!

IMG_4248

Inizia il "miracolo"!

IMG_4268 copia 3

L'eclissi totale di sole dura solo un paio di minuti e avviene solo quando la luna riesce a coprire totalmente il sole!

Ovviamente, l'effetto è incredibile, perchè si fa subito sera e la temperatura scende repentinamente!

IMG_4268 copia 4

IMG_4268 copia 2

IMG_4268 copia 7

IMG_4268 copia 5

 

IMG_4257

Dopo questa incredibile esperienza, la prossima dalle nostre parti, Egitto, sarà non prima di circa 10 anni (!), ci siamo diretti verso la capitale, Washington.

IMG_4271

Nelle vicinanze della capitale c'è un Museo dell'aeronautica molto esclusivo. Oltre ai tantissimi aerei della 2^ guerra mondiale, è possibile apprezzare l'incredibile aereo STEALTH. È detto velivolo stealth (dall'inglese, "furtivo") o invisibile al radar, un aeroplano realizzato con tecnologie che lo rendono impercettibile (o meglio: scarsamente percettibile) ai radar o altri dispositivi di localizzazione (o persino alla vista).

IIMG_4274

IMG_4275

 

In questo Museo è possibile osservare l'aereo che trasporto il tremendo carico di morte per i 100.000 abitanti di Hiroshima. L'Enola Gay. Il nome non è casuale. È il nome della mamma del comandante della missione.

IMG_4296

IMG_4297

IMG_4300

IMG_4301

IMG_4302

 

Anche il Concorde, il famoso aereo supersonico francese, che dopo l'incidente che provocò 110 morti fu dismesso.

Impressionate è osservare un aereo molto esclusivo: lo Shuttle Discovery. Questo veivolo aereospaziale è stato in servizio per 20 anni.

IMG_4285

IMG_4283

IMG_4293

IMG_4294

 

C'è anche l'astronave Appollo 11, che ha permesso di toccare il suolo lunare a Neil Armstrong in quella indimenticabile notte il 20 luglio 1969 alle 20.18 UTC.

IMG_4284

Ci spostiamo verso Washington, la capitale degli Usa, dove vi sono i simboli  della straordinaria storia della guerra d’indipendenza con due GIGANTI della storia americana, George Washington,

IMG_4328

Ecco uno degli obelischi più alti del mondo,il Washington Monument che con i suoi quasi 170 metri svetta tra tutti gli edifici della zona. Si tratta di una delle strutture in muratura più alte al mondo. Il progetto di questo obelisco dedicato a George Washington, primo Presidente degli Stati Uniti d'America, si deve all’architetto americano Robert Mills che negli anni ’40 del 1800 elaborò questo pretenzioso progetto con lo scopo preciso di dare alla città un simbolo che la distinguesse e che nel contempo ricordasse l’uomo che aveva dato il nome alla capitale.

 

monumento-washington1

 

Questo il monumento dedicato ad Abramo Lincoln,il presidente che pose fine alla schiavitù, che liberò gli schiavi negli Stati della Confederazione . Nel  1865 la schiavitù venne abolita in tutti gli Stati Uniti. A Lincoln è riconosciuto il merito di avere allo stesso tempo preservato l'unità federale della nazione, sconfiggendo gli Stati Confederati d'America nella  Guerra di Seccessione. Lincoln venne assassinato, a guerra conclusa.

IMG_4326

il famoso discorso di Martin Luther King,

 

images

IMG_4321

 

IMG_4309

il monumento agli oltre 50.000 caduti in Vietnam

IMG_4307

 

il cimitero di Arlington, dove sono sepolti i caduti di tutte le guerre, dal 1775, 1^ guerra d'indipendenza ad oggi.

IMG_4345

con i fratelli Kennedy….

IMG_4348

JOHN FITZGERALD KENNEDY

IMG_4349

ROBERT KENNEDY, chiese solo una piccola croce.

IMG_4355

The White House

IMG_4372

Il Campidoglio, sede del parlamento americano.

Passiamo anche da Philadephia, dove è posizionata in "The Liberty Bell", la campana della libertà, importante simbolo americano che fu consegnata nel 1º settembre  1752. La Liberty Bell è forse il simbolo della Rivoluzione Americana,  infatti  l'8 luglio del 1776, il suo suono radunò i cittadini di Philadelphia per la lettura della Dichiarazione d'Indipendenza.

libertybellphiladelfia

IMG_4418

Il bellissimo palazzo storico in cui ha sede  il municipio

e gli spazi che i bimbi si ritagliano per giocare

IMG_4423

Filadelfia viene anche ricordata per la famosa saga di Rocky Balboa.

IMG_4412

IMG_4415

L'ultima tappa è "The big Apple", New York.

Questa metropoli rappresenta l'America più consumistica ed accellerata con tante opportunità da "mordere", ma dove l'urbanistica è strutturata per i grandi numeri e si perde decisamente quella invece a misura d'uomo.

E' come un enorme caleidoscopio, dove puoi vedere e trovare tutto 🙂

L'immenso Central Park, un polmone di 341 ettari nel cuore di Manhattan.

guida-di-Central-Park-vista-dallalto

IMG_4487

 

IMG_4467

I grandi musei di arte moderna: il M.o.M.a. ed il Guggenheim, bellissimo museo

IMG_4469

IMG_4476

dove abbiamo potuto ammirare opere famosissime come quelle di Vincent Van Gogh

IMG_4499

IMG_4397

IMG_4478

Frida Khalo

IMG_4496

Ma anche opere moderne simboliche come questa:

IMG_4472

di Maurizio Cattelan da lui denominata "America" è d'oro! …e si può anche utilizzare. Funziona benissimo!

Davanti al Museo delle Scienze c'è questa straordinaria statua dedicata al grande Albert Eistein, dal peso di 3 tonnellate circa!

IMG_4612

Infine,  ci rechiamo in visita a "ground Zero", dove l'11 settembre del 2001 è accaduto ciò che tutti ricordiamo…non solo un atto di terrorismo verso l'America, ma un atto di brutale violenza verso tutta l'Umanità:

IMG_4441

Ognuno di noi ha talmente impresso nella mente quel momento, da ricordare esattamente dove fosse e cosa facesse quando la notizia ha cominciato a passare attraverso tutti i mezzi di comunicazione…

IMG_4442

IMG_4439

Dove si trovavano le due torri, ora ci sono due vasche della stessa superficie con i 3.000 nomi dei caduti nell'attentato. La rosa inserita sul nome di Colleet Supinski, è il ricordo del giorno del compleanno.

IMG_4448

IMG_4450

IMG_4451

A memoria di ciò che accaduto e per non dimenticare le quasi 3.000 persone che in quel vile attentato persero la vita, sono anche esposti alcuni ruderi delle due torri:

IMG_4443

Il museo è stato realizzato nelle fondamente del World Trade Center.

IMG_4440

ed anche mezzi di soccorso

IMG_4445

Ma l'America dopo questa tragedia in quello stesso luogo ha voluto ricostruire, in segno di rinascita il World Trade Center: un modo per dire che l’America non si piega e che a New York la vita in ogni caso  non si ferma.

IMG_4437

IMG_4519

con un enorme centro commerciale, disegnato dall'architetto spagnolo Calatrava

IMG_4460

Infine, quello che vedete alle nostre spalle nella foto seguente, è l'unico albero sopravvissuto al disastro (!) delle Twin Tower, che è stato curato per 4 anni e poi reimpiantato in questo stesso luogo

IMG_4523 

Nella foto è presente un ex vigile del fuoco, Billy, sopravvissuto agli oltre 300 colleghi caduti nell'attentato, che svolge il compito di guida come volontario.

The China Town, un quartiere dove per noi italiani, non è facile vivere.

IMG_4531 copia

Il quartiere "Little Italy"

IMG_4532

IMG_4533

Concludo il reportage con questa bellissima immagine del ponte di Brooklyn a New York, altro simbolo della città

IMG_4465

e con l'immagine di due simpatici italiani 🙂  che per 15 giorni hanno apprezzato tutti i colori e le bellezze di questo grande Paese che è l'America

IMG_4517

ma stanchi e felici di fare ritorno nella nostra bella Italia.

Mike

Tag:,

Lascia un messaggio






Home / Goodmorning America! Viaggio nella EST COAST.