Saverio Fiore,

Amico che con passione segue ed esplora il mondo della formazione, mi aveva promesso da tempo un pranzo speciale preparato dalla sua straordinaria mamma.

Così, qualche giorno fa, insieme a mio figlio Ruben, ho avuto il grande piacere di assaggiare quella che è la pietanza dei baresi per antonomasia, preparata con grande sapienza e amore dalla cara Filomena:

Riso, patate e cozze :)))

“Questa specialità barese basata sul riso può esser paragonata alla paella, ma il modo barese di condire differisce considerando che si adoperano ingredienti tradizionali della zona di Bari.
Molti conoscono questa pietanza con il termine tiella derivante dalla parola tieèd che, in dialetto barese, significa tegame. Difatti, tutto il cibo da preparare è sapientemente sistemato in ampi tegami da metter in forno prima di rifinire ulteriormente il condimento”

Questo piatto straordinario della tradizione barese, è composto da elementi “poveri” ma dona grande gioia al palato (soprattutto se preparato da cuoche brave come la nostra Filomena) perché ha in sè un mix di sapori semplici ma deliziosi.

Un pranzo che ha avuto l’atmosfera di un pranzo in famiglia, per l’accoglienza e la bella ospitalità del caro Saverio e della sua dolce mamma

Dopo aver gustato un piatto così prelibato, la nostra mamma Filomena alla giovanissima età di 77 anni è stata ribatezzata Filo+ !

Come potevo non dedicargli un bel video di ringraziamento?

Grazie caro Saverio per la STRAORDINARIA opportunità!

Grazie MAMMA Filo+ per la tua bellezza

Grazie “Patate, Riso e Cozze”!

Ed ora mi sorge un dubbio per la vera baresità:

Si dice “patate, riso e cozze” o “riso, patate e cozze” o “cozze patate e riso” o…?

Chi sa rispondere riceverà un bel dono da “zio Mike”.