Le tappe evolutive dei figli sono scandite dai diversi passaggi prima scolastici e poi universitari e a esse attribuiamo giustamente grande importanza.
Quando il proprio figlio giunge al traguardo della laurea, la prima emozione di un genitore è gioia mista ad orgoglio.

Ma è solo un momento, subito superato dal pensiero che tuo figlio o tua figlia è diventata un’adulta, ha raggiunto il suo primo obiettivo importante che lo/la proietterà verso il mondo reale del lavoro.

Pensando a questo, a quello che credo tutti i genitori provino in questi importanti passaggi della vita, auguro a Marina, principessina  del mio cuore e di quello della sua mamma,  un  felice futuro  che la renda sempre fiera di se stessa.

A Marina, e a tutti i figli e loro genitori, dedico questa meravigliosa poesia.

I tuoi figli non sono figli tuoi.
Sono i figli e le figlie della vita stessa.
Tu li metti al mondo ma non li crei.
Sono vicini a te, ma non sono cosa tua.
Puoi dar loro tutto il tuo amore,
ma non le tue idee.
Perché loro hanno le proprie idee.
Tu puoi dare dimora al loro corpo,
non alla loro anima.
Perché la loro anima abita nella casa dell’avvenire,
dove a te non è dato di entrare,
neppure col sogno.
Puoi cercare di somigliare a loro
ma non volere che essi somiglino a te.
Perché la vita non ritorna indietro,
e non si ferma a ieri.
Tu sei l’arco che lancia i figli verso il domani.
Kahlil Gibran

 

 

 

 

Gli amici del cuore Marina non li dimentica MAI.la Troisi Family, la nostra FAMIGLIA a Milano.